Se i ristoranti italiani fossero come quelli di Kuala Lampur...

2012-01-02 » kuala lampur, malesia, notizie, Wi-fi

Molti ristoratori Italiani ancora non sanno nemmeno cos'è Internet. Quelli che lo sanno e pensano che se potessero offrire la connessione Wi-Fi gratis ai loro clienti farebbero qualche Euro in più, finora hanno dovuto fare i conti con le pastoie della Legge Pisanu/Stanca che solo un anno fa si sono allentate, ma senza sparire.

Banner sospesi per colpa della cookie law: scoprite il motivo e come sostenere questo sito qui

L'offerta del Wi Fi gratuito ai clienti rimane però in Italia una libera decisione del gestore, cioè una sua graziosa e illuminata concessione. Unica eccezione di cui sono al corrente, quella dei dehors di Renzi a Firenze, che è comunque parziale: locali e ristoranti che vorranno aprire uno spazio all'aperto, dovranno garantire specifici servizi ai clienti, fra cui appunto il wi-fi gratuito.

A Kuala Lampur, invece, a partire da aprile 2012, offrire accesso Wi-Fi ai clienti sarà un prerequisito obbligatorio (anche se non necessariamente gratuito!) per ottenere o rinnovare una licenza per qualsiasi ristorante, pub, bar o altro locale oltre i 120 metri quadri
Presidente del Consiglio Monti, non sarebbe una misura per la crescita a costo nullo o quasi per lo stato questa?.

Che ne pensate? Meglio obbligare tutti i gestori a fornire connettività a spese loro, tanto ci rientrano sicuramente, oppure rete wi-fi pubblica gratuita? Quale modello è meglio per l'Italia? E che dovremmo dire noi a tutti i baretti e osterie che a 120 mq non ci arrivano, soprattutto a quelli nei paesini dove l'uso di Internet è ancora molto limitato? Obbligare anche loro?

Banner sospesi per colpa della cookie law: scoprite il motivo e come sostenere questo sito qui