Il gerrymandering è la pratica altamente… furbetta di “disegnare i confini dei collegi elettorali… in modo da favorire i candidati di UN partito”. Anche se ne vengono fuori circoscrizioni che geograficamente, politicamente, socialmente… non hanno NESSUN SENSO.

Per quanto ne so, il gerrymandering è diffuso soprattutto negli Stati Uniti, dove raggiunge livelli veramente vergognosi (1) ma esiste dappertutto (o meglio: ovunque ci siano leggi elettorali che permettano di servirsene). Mi chiedo se non ci un po’ di gerrymandering non sia stato appena impiegato per rispondere a una

Domanda ben precisa: “Come lo neutralizzi, uno dei quartieri più popolosi di ROMA, dove vota solo UN elettore su tre, ma troppi di quegli “uno su tre” votano partiti che non ti piacciono?”

Risposta: “Lo fondi in un’unico collegio insieme al Comune vicino, che ha metà degli abitanti, di cui però, in percentuale, quelli che votano non solo sono il doppio, ma votano in tutt’altro modo”.

Ci saranno stati sicuramente anche altri motivi, e validi, per disegnare quel collegio in quel modo. Tipo, lo dico io per primo, che tutto il litorale ha problemi comuni ma diversi dal centro, che molti abitanti del X Municipio sono “legati” a Fiumicino perché lavorano nell’aeroporto (3) cose così. Però a me il sospetto che il Collegio Uninominale 9 Roma-Fiumicino” per la Camera dei Deputati sia venuto fuori così:

Ostia-Fiumicino: gerrymandering all'italiana? /img/collegio-uninominale-9-roma-fiumicino.jpg
Cliccare per versione più grande

o che rimanga così anche nel 2018, anche per quei motivi, mi rimane.

Per saperne di più sul gerrymandering in generale, leggete qui. Se avete altri esempi di gerrymandering all’italiana, segnalatemeli, grazie. E comunque siano fatti i vostri collegi, se al momento di votare siete indecisi, cercate anche di evitare, di qualunque partito siano, le candidature multiple o “strategiche”.

  1. Per capire quanto è grave il gerrymandering nella “democrazia più grande del mondo:
    • considerate un esempio recentissimo, in cui il Partito Repubblicano avrebbe potuto conquistare 6 seggi su 7 pur essendo in minoranza, grazie proprio e solo al gerrymandering
    • se non vi basta, anche se non capite l’Inglese, date un’occhiata alle figure in quest’altro articolo
  2. e sembrano costretti ad arrivarci, anche in futuro, ognuno da solo, su un ponte che non serve

Fonte schermata: “Elezioni 2018, i collegi elettorali a Roma e nel Lazio e le novità del Rosatellum